lunedì 30 giugno 2008

DNDi: Fexinidazolo, contro la “malattia del sonno"

Ad Accelera il riconoscimento quale partner decisivo per lo sviluppo della nuova molecola

Il progetto fexinidazolo, una molecola attiva contro la tripanosomiasi africana, meglio nota come malattia del sonno, studiata e sviluppata da DNDi (Drugs for Neglected Diseases initiative) con il supporto di Accelera, BU di Nerviano Medical Sciences (NMS), è stato insignito del riconoscimento di "Storia di successo dell’anno DNDi". Il conferimento del riconoscimento, oggi a New York, presso la prestigiosa sede della New York Academy of Sciences (New York), nel corso dell’annuale Stakeholders’ Meeting di DNDi. Ad Accelera viene riconosciuto un ruolo importante per il contributo dato allo sviluppo non-clinico del progetto fexinidazolo". "Siamo orgogliosi di questo riconoscimento - commenta Marco Brughera – Vice President Accelera - e gratificati di poter contribuire a migliorare la salute di popolazioni che vivono nelle aree geografiche più povere. Siamo anche fieri di essere stati selezionati tra le molteplici Organizzazioni di Ricerca a Contratto (CRO) internazionali come partner di DNDi per caratterizzare il profilo preclinico di fexinidazolo". "Il lavoro preclinico svolto da Accelera in supporto alla valutazione di fexinidazolo é cominciato più di un anno fa" precisa Brughera " e i risultati hanno permesso a DNDi di proseguire nel loro progetto poiché una rapida registrazione é il loro obiettivo principale". Fexinidazolo è una molecola attiva per via orale contro la tripanosomiasi africana, meglio nota come malattia del sonno. La malattia è causata da un parassita veicolato dalla mosca tze-tze, il Trypanosoma brucei, che colpisce il sistema nervoso centrale causando letargia, coma e morte. "Si stima siano circa 50.000 le persone che muoiono ogni anno a causa di questa patologia, e che oltre 50 milioni di persone nell’Africa sub-Sahariana siano a rischio", precisa Brughera. La malattia del sonno è una di quelle patologie che rientrano tra gli obiettivi terapeutici primari per organizzazioni non profit come DNDi che si dedicano esclusivamente alla scoperta e allo sviluppo di nuovi farmaci per le cosiddette malattie "trascurate" che colpiscono le popolazioni dei paesi economicamente più poveri. "Fexinidazolo assume particolare rilevanza per la possibile somministrazione orale e e soprattutto per l’efficacia negli stadi avanzati della malattia", precisa Brughera. La molecola sta entrando nelle fasi di sviluppo clinico, avendo appena concluso gli studi pre-clinici ai quali hanno partecipato i ricercatori di Accelera. Accelera svolge attività di sviluppo pre-clinico per molecole afferenti a diverse classi terapeutiche e collabora anche a progetti intesi a definire soluzioni terapeutiche per altre "neglected diseases" come la malaria, la leishmaniosi viscerale, la tripanosomiasi africana, ed il morbo di Chagas. "La soddisfazione per questo riconoscimento è duplice; da una parte c’è la gratificazione di partecipare ad un prestigioso progetto internazionale, dall’altra la consapevolezza di aver dato un contributo anche sul piano umanitario a un’iniziativa come quella di DNDi dall’indiscusso valore morale", prosegue Giampiero Duglio, amministratore delegato di NMS.

About Accelera (www.accelera.info)
Accelera è un CRO (Contract Research Organization) che collabora con aziende farmaceutiche e biotecnologiche a livello internazionale. Accelera è impegnata a offrire servizi preclinici integrati di alto livello e può supportare tutte le fasi di ricerca e sviluppo: dalla scelta delle molecole più promettenti allo sviluppo preclinico fino alla sottomissione della documentazione per l’approvazione da parte delle autorità regolatorie. Costruita con le basi tecnologiche, scientifiche e regolatorie maturate in decenni di esperienza nell’industria farmaceutica internazionale, Accelera può aiutare i suoi clienti a predire, identificare e gestire i possibili rischi relativi ai loro progetti nelle fasi di ricerca e sviluppo.

About Nerviano Medical Sciences (www.nervianoms.com)
Nerviano Medical Sciences (NMS) è un'azienda dedicata alla scoperta e allo sviluppo di nuove entità chimiche (NCE) importanti per il trattamento del cancro. Costituita nel maggio del 2004 in seguito alla riorganizzazione societaria operata da Pfizer, NMS è un'azienda interamente di proprietà della Congregazione dei Figli dell’Immacolata Concezione (CFIC) di Roma. L'azienda è tra le maggiori strutture di ricerca e sviluppo di farmaci antitumorali in Europa. Circa 650 dipendenti lavorano in tre unità distinte: Oncology, Accelera, e Pharmaceutical Sciences.

About DNDi (www.dndi.org)
DNDi è una organizzazione non-profit indipendente che opera nella ricerca e sviluppo di prodotti innovativi per curare malattie "trascurate" come la malaria, leismaniosi, tripanosmiasi e morbo di Chagas. DNDi è stata costituita nel 2003 dall’Istituto Pasteur e Medici Senza Frontiere in collaborazione con quattro organizzazioni pubbliche di ricerca operanti sulle malattie "trascurate" con l’obiettivo di dare risposte mediche adeguate alle suddette malattie. Operando in collaborazione con l’industria e l’accademia, DNDi ha il portafoglio più ampio di ricerca e sviluppo per le malattie "trascurate" con 6 progetti in Fase clinica e 4 in pre-clinica. Nel 2007, DNDi ha rilasciato il suo primo prodotto, una combinazione fissa, impiegato come antimalarico.


FONTE: Nerviano Medical Sciences - Maria D’Acquino, mob +39 335 1863052
maria.d’acquino@nervianoms.com

Nessun commento: