martedì 30 dicembre 2008

IPERTENSIONE: SCOPERTO GENE "SOSPETTO"


E' IL 'STK39' E SI TROVA NEL CROMOSOMA 2

Ricercatori dell'Universita' del Maryland hanno scoperto una 'variazione genetica' che sembra essere direttamente correlata con una maggiore suscettibilita' all'ipertensione e, dunque, alle malattie cardiovascolari ad essa associate. La notizia e' apparsa in un articolo pubblicato sulla rivista Pnsa, 'Proceedings of the National Academy of Sciences'. Il gene, la cui mutazione rende un individuo a maggior rischio di ipertensione e' il 'STK39' e si trova nel cromosoma 2. Per scoprirlo i ricercatori guidati da Yen-Pei Christy Chang, della University of Maryland School of Medicine, hanno sottoposto ad accurata analisi campioni di Dna prelevato all'interno del gruppo degli Amish, una popolazione di origine europea che vive in maniera isolata negli Stati Uniti. Il gene e' indispensabile per la produzione di una proteina che gioca un ruolo cardine nel processo di metabolizzazione del sale. Se la proteina non funziona correttamente allora il sale non viene metabolizzato dall'organismo ed entra in circolazione nel sangue favorendo dunque l'aumento della pressione. "L'ipertensione - ha spiegato Chang - e' una malattia legata a diversi fattori sia di natura genetica che di natura ambientale e anche alimentare. Tuttavia riteniamo oggi di aver scoperto una importante tessera di questo complicato puzzle che speriamo possa portarci presto alla realizzazione e alla messa a punto di nuove e piu' efficaci terapie".

FONTE: agi.it

Nessun commento: