martedì 29 settembre 2009

L'INFELICITA' E' LA MIGLIOR CURA DIMAGRANTE


SECONDO UNO STUDIO GIAPPONESE CHI E' FELICE NON RIESCE A PERDERE PESO

Chi e' ottimista, positivo e, per quanto il termine sia controverso, felice, ha molte meno possibilita' di perdere peso. E' quanto riporta uno studio giapponese pubblicato sulla rivista BioPsychoSocial Medicine. Le persone "grasse e felici", scrivono gli psicologi, rispondono meno alle diete e ai programmi di dimagrimento, mentre "un po' di negativita' potrebbe aiutare a dimagrire in quanto ci si vede inadeguati e ci si preoccupa di piu' della propria salute e del proprio aspetto". I ricercatori hanno elaborato in Giappone i profili psicologici di 101 uomini e donne in sovrappeso sottoposti a un programma di consulenza, nutrizione e terapia fisica. Ai pazienti e' stato chiesto di compilare dei questionari di personalita', prima e dopo il corso di sei mesi. Lo studio ha riscontrato che coloro che, durante la terapia, sono diventati piu' consapevoli di se' e quindi piu' preoccupati per l'eccesso di peso avevano maggiori probabilita' di dimagrire. Mentre gli allegri, gli ottimisti, chi aveva (o giudicava di avere) una vita migliore sono effettivamente dimagriti di meno. Questi pazienti sono stati classificati come "ego del bambino libero", caratterizzato da grinta, positivita' e ottimismo. Mentre chi perdeva peso e' risultato nel profilo "ego adulto o 'A'". "Gli 'ego del bambino libero' - scrivono gli scienziati - hanno la capacita' di guardare al lato positivo delle cose, e ad agire con uno stile proprio, tendendo a sottovalutare gli aspetti negativi della loro patologia e cadendo nella tentazione dell'ottimismo".

FONTE: agi.it

Nessun commento: