mercoledì 17 febbraio 2010

Sonno rumoroso: più vicina la pillola per smettere di russare


Successo nei test per un'azienda californiana, che vuole commercializzare il prodotto contro le apneee notturne. Fra gli "effetti collaterali positivi", farebbe calare la pressione e aiuterebbe a perdere peso

Una pillola per smettere di russare: un sogno per chi è alle prese col problema ma soprattutto per chi lo subisce. A metterla a punto un’azienda californiana che l’ha testata su 45 pazienti. E il farmaco sembra funzionare: ha ridotto il disturbo del 70%, promettendo risultati anche sul fronte dell’apnea notturna, una patologia legata a doppio filo con il sonno ‘rumoroso'. Qnexa, questo il nome del prodotto, sarà ora testata su un campione più ampio e nasce originariamente come farmaco dimagrante. È, in estrema sintesi, il risultato di un mix di principi attivi: lo stimolante fentermina in aggiunta all’antiepilettico topiramato.

Soprattutto su uomini e donne tra i 30 e i 65 anni d’età, la pillola ha ridotto drasticamente le interruzioni del sonno dovute al russare, facendole passare da una media di 46 a 14 volte all’ora. Non solo.

Altra buona notizia è che il campione ha registrato una perdita media di peso del 10% e un significatovo calo della pressione arteriosa.

Vivus Inc., l’azienda che ha sviluppato la molecola, spera di poterla commercializzare come farmaco contro l’apnea notturna. Jim Horne, uno specialista in medicina del sonno dell’università di Loughborough, sulle pagine del britannico ‘Daily Mail’ precisa che «circa il 50% delle persone obese soffre di apnea notturna in una qualche misura. Quando si stendono - spiega l’esperto - i loro muscoli si rilassano e il grasso attorno al loro collo comprime le vie aeree ancora di più. È possibile che questo farmaco li aiuti innescando la perdita di peso - ipotizza - oppure rendendo in qualche modo i muscoli della gola un pò più tesi». Distendendo, al contrario, i nervi di chi divide il letto con chiassosi russatori.

FONTE: quotidiano.net

Nessun commento: