lunedì 17 maggio 2010

TUMORI, ATTENTI A USO PROLUNGATO DEL TELEFONINO


L'OMS CAUTA, LEGAME NON E' SCIENTIFICAMENTE PROVATO MA QUALCHE RISCHIO C'E'


Uno studio durato 10 anni sui rischi per la salute legati all'uso del telefonino non e' riuscito ad arrivare a una conclusione definitiva, anche se i dati mostrano un aumento dei tumori al cervello che potrebbe essere legato all'uso prolungato. Lo hanno ammesso gli esperti dell'Organizzazione Mondiale della Sanita' (Oms), che ha finanziato la ricerca, durante una conferenza stampa a Londra. I ricercatori hanno studiato 13mila utilizzatori del cellulare sperando di stabilire se il dispositivo aumenta il rischio di tumori al cervello: "I risultati non ci permettono di concludere che c'e' qualche rischio", ha affermato Christopher Wild, coordinatore dello studio, all'agenzia Reuters, "ma e' anche prematuro affermare che la probabilita' sia zero". Lo studio, condotto da 21 scienziati in tutto il mondo, ha suggerito un incremento del rischio di glioma legato agli utilizzatori piu' frequenti, ma i dati sono stati giudicati 'non conclusivi'. Il problema potrebbe essere in quello che si chiama 'recall bias', un fenomeno per cui chi ha un tumore 'decide' retrospettivamente che ci deve essere una causa, e questa viene indicata nel cellulare. Un altro problema, hanno spiegato gli autori, che hanno pubblicato i risultati sul Journal of Epidemiology, potrebbe essere il fatto che nel periodo studiato l'uso del cellulare e' aumentato molto: in media i partecipanti lo utilizzavano per 2,5 ore al mese, e anche i piu' accaniti fan di telefonate e messaggini del campione avevano un utilizzo medio di mezz'ora al giorno. "Oggi il telefonino si usa molto di piu' - scrivono gli autori - nei giovani la media si potrebbe aggirare sull'ora al giorno, anche se i dispositivi di adesso emettono molte meno radiazioni". Maggiori informazioni potrebbero venire da un altro studio, lanciato il mese scorso, che prevede il monitoraggio di 250mila persone in 5 Paesi europei per 30 anni.

FONTE: agi.it

Nessun commento: