sabato 8 dicembre 2012

Il miglior Viagra? Lo spazzolino da denti


Se non bastassero le raccomandazioni dei dentisti, ecco un nuovo incentivo a prendersi maggiore cura della propria igiene dentale. Stando a un nuovo studio dell'Università di Inonu in Malatya (Turchia), infatti, avere le gengive infiammatepotrebbe compromettere persino la vita sessuale. Dalla ricerca, pubblicata sul Journal of Sexual Medicine, emerge infatti che gli uomini con infezioni al cavo orale a causa di parodontiti croniche (un disturbo dovuto all'accumulo di placca batterica) hanno una probabilità tre volte superiore alla norma di presentare problemi di erezione eimpotenza
I ricercatori turchi hanno comparato un gruppo di 80 uomini affetti da disfunzioni erettili con un gruppo di controllo di 82 uomini sani. L'analisi ha mostrato che il 53% degli uomini del primo gruppo presentava gengive infiammate, contro il 23% del secondo. Aggiustando i risultati in funzione della differenza di età, indice di massa corporea, stipendio, e grado di istruzione dei partecipanti allo studio, i ricercatori hanno scoperto che i soggetti con infiammazioni gengivali causate da gravi patologie parodontali avevano una probabilità 3,29 volte superiore di avere problemi di erezione rispetto ai soggetti sani.
Secondo i ricercatori, la correlazione tra gengive infiammate e problemi di erezione potrebbe dipendere dalla natura dell'infiammazione gengivale. Le parodontiti croniche (Cp) sono infatti una classe di malattie infettive causate prevalentemente da batteri della placca dentale, che, in mancanza di un adeguato trattamento, possono però causare problemi anche in zone diverse dal cavo orale.
"Molti studi hanno dimostrato che le Cp possono indurre patologie vascolari sistemiche, come coronaropatia", spiega Faith Oguz, autore principale dello studio, "e la coronaropatia è stata spesso associata a problemi di erezione". Si sa, infatti, che circa due terzi dei 150 milioni di uomini che soffre di disfunzione erettile ha problemi circolatori.
"I risultati del nostro studio supportano la teoria che le parodontiti croniche siano maggiormente frequenti in pazienti con disfunzioni erettili", conclude Oguz. "Dovrebbero quindi essere tenute in considerazione tra i fattori analizzati dai medici che hanno in cura pazienti affetti da problemi di erezione".
Riferimenti: Journal of Sexual Medicine
FONTE: 

1 commento:

Anonimo ha detto...

E alura toecc à làa i decc kome in Isvessia?