lunedì 30 dicembre 2013

Scoperto il gene che ci fa innamorare: Oxtr individuato grazie alle ricerche sull'autismo

Scoperto il gene che ci fa innamorare: Oxtr individuato grazie alle ricerche sull'autismo
Ha un ruolo cruciale nel legame madre-figlio e nei rapporti di coppia. Attraverso l'analisi del Dna in condizioni familiari legate alla malattia è stato verificato come una variazione dell'elemento genetico influenzi la capacità di riconoscimento dei volti

Identificato il gene che ci rende fisionomisti: è l'elemento che codifica il recettore dell'ossitocina, il cosiddetto "ormone dell'amore", che riveste un ruolo cruciale nel legame tra madre e figlio e nel rapporto di coppia. La scoperta, pubblicata sulla rivista Pnas dell'Accademia americana delle scienze, potrebbe spiegare perché alcune persone sono capaci di memorizzare ogni volto che vedono, mentre altre (incluse quelle colpite da malattie come l'autismo) fanno fatica a riconoscere persino parenti e amici.

Proprio l'autismo è la chiave che ha portato a scoprire l'importanza di questo gene, chiamato Oxtr, nella creazione della memoria sociale. La ricerca, coordinata dall'University College di Londra, ha infatti messo sotto la lente 198 famiglie britanniche e finlandesi in cui era stato individuato un bambino autistico. Ogni componente di queste famiglie è stato sottoposto all'analisi del Dna e ad una serie di test per verificare la sua capacità di riconoscere le persone dalla faccia.

Dall'elaborazione dei dati è emerso che una singola variazione nel gene Oxtr è in grado di influenzare in maniera consistente la capacità di riconoscere i volti. Questa variante genetica a rischio è stata identificata in un terzo delle persone analizzate nello studio. Il recettore dell'ossitocina aveva già dimostrato in passato di essere fondamentale per la formazione della memoria sociale nei roditori, dove il riconoscimento dei simili avviene attraverso l'olfatto e non la vista: questo fa dunque pensare che il gene abbia conservato la sua funzione durante l'evoluzione.
FONTE: repubblica.it 

1 commento:

Anonimo ha detto...

Ssèrta gènte la ssirka de fà inamurà con la MAGIA ROSSA?