martedì 25 febbraio 2014

Arriva il preservativo elettrico, per un piacere da brivido


Per chi vuole provare un piacere inaspettato ecco che è in arrivo il condom che regala nuove sensazioni grazie a un scarica elettrica inviata lungo la parte inferiore, personalizzabile e programmabile

Prima di tutto la sicurezza dei rapporti sessuali: è questo il principale scopo dei preservativi (o condom), che si devono utilizzare per evitare gravidanze indesiderate e la trasmissione di malattie più o meno gravi. Ma, nonostante siano tutti d’accordo che il preservativo è utile, sono in molti a non volerlo utilizzare perché l’immagine che si è costruita suo malgrado nel tempo è quella di un oggetto poco pratico, che può spegnere la libido e che riduce il piacere.

Per ovviare a questa poco edificante immagine, i ricercatori hanno nel tempo studiato nuovi e più performanti condom. Nascono così quelli sempre più sottili e sensibili, come per esempio quelli al grafene. Ma, a volte, anche questo non basta per convincere i più restii all’uso. Così, per trovare altre qualità in grado di farne aumentare l’appeal, ecco dagli Stati Uniti arrivare la notizia di un nuovo tipo di condom elettrico.

Sì, avete capito bene. I ricercatori del Georgia Institute of Technology di Atlanta (Usa) si sono inventati il preservativo elettrico, in grado – secondo loro – di regalare nuove e intense sensazioni di piacere a chi lo indossa.L’idea arriva dal programma “Digital Media” del Georgia Tech e si presenta come il preservativo rivoluzionario del XXI secolo; l’unico in grado di regalare un nuovo piacere grazie a brevi impulsi elettrici inviate lungo la parte inferiore del preservativo.

Il meccanismo studiato dagli scienziati «aumenta le sensazioni provate durante il sesso e apre le porte alla tecnologia da utilizzare con altri dispositivi indossabili e sensori», così come hanno sottolineato Firaz Peer e Andrew Quitmeyer dal GIT di Atlanta, i due inventori del preservativo elettrico.

Il dispositivo, spiegano i ricercatori, è alimentato da un microcontrollore programmabile detto “Lilypad”, che può inviare impulsi elettrici a piccoli elettrodi che rivestono l’interno del preservativo, denominato “Electric Eel”.
«Questo tipo di dispositivo può essere collegato a numerosi controllori, gestiti dalla persona o tramite il già esistente software Internet», ha spiegato il designer.

Nuovi più intensi piaceri dunque con il rivoluzionario preservativo che, gli esperti, si augurano possano stimolare le persone a utilizzarli di più.
Se poi qualcuno può essere frenato perché teme per la propria sicurezza, gli ideatori rassicurano dichiarando che l’importo di energia elettrica applicata è molto piccolo e innocuo. 

FONTE: lastampa.it

Nessun commento: