sabato 22 novembre 2014

Il volo di AstroSamantha, la prima donna italiana nello spazio

Così si fa chiamare su Twitter Samantha Cristoforetti. Che scrive: «Eccomi in rampa di lancio». Resterà sei mesi nello spazio

AstroSamantha vola nello spazio. Per Samantha Cristoforetti è arrivato il momento lungamente atteso e domenica 23 novembre alle 22.01 seduta sulla poltrona di sinistra della navicella Soyuz salirà rapida verso la stazione orbitale Iss.

Così inizierà la missione Futura; un soggiorno cosmico di sei mesi. «Ispirata da Star Trek, sono cresciuta con il sogno dello spazio chiuso nel cuore e nella mente. Il caso mi ha favorito: sono felicissima».

Samantha, 37 anni, milanese, dopo aver volato sui caccia dell’Aeronautica Militare, è stata selezionata dall’Esa tra 8.500 candidati europei nel 2009 e da allora la sua è stata una corsa tra i centri d’addestramento in Giappone, Russia e Usa per affrontare il lungo lavoro da compiere in assenza di peso: circa 200 esperimenti, una decina preparati dall’Agenzia spaziale italiana.

«Ho il privilegio di essere un’abitante della grande casa cosmica e per questo mi impegnerò a condividere la straordinaria esperienza attraverso Twitter», aggiunge. Sul social network si fa chiamare @AstroSamantha e poche ore fa scriveva: «Eccomi qui sulla rampa di lancio».

Ingegnere all’Università di Monaco, è la prima astronauta italiana e oggi anche l’unica europea seguendo le orme della britannica Helen Sharman e della francese Claudie Haigneré. «Vorrei scrivere un diario per raccontare la mia vita giorno dopo giorno» confessa, aggiungendo che attraverso il sitoAvamposto42.esa.int parlerà di scienza e della nutrizione per far capire l’importanza della relazione tra cibo e salute.

FONTE: Giovanni Caprara (corriere.it)

Nessun commento: