mercoledì 20 gennaio 2016

Veicoli più leggeri ed efficienti: arriva il "supermetallo"

Veicoli più leggeri ed efficienti: arriva il "supermetallo"

E' costituito al 14% di nanoparticelle di carburo di silicio e all'86% di magnesio permettendo di ottenere un materiale molto resistente senza perdere la plasticità

RESISTENTE ma ultraleggero: è il nuovo supermetallo che potrà essere usato per costruire veicoli più efficienti e maneggevoli. Sviluppato dai ricercatori della Scuola di ingegneria dell'Università della California a Los Angeles, il materiale è composto da magnesio e nanoparticelle di carburo di silicio. Lo studio è stato descritto sulla rivista Nature e apre nuove prospettive di sviluppo nella costruzione di automobili, aerei e veicoli spaziali più leggeri, motori più efficienti, dispositivi elettronici e biomedici.

Il nuovo materiale è stato ottenuto grazie alla tecnica che permette di disperdere e stabilizzare le nanoparticelle nei metalli fusi, combinata con un metodo di produzione che potrebbe aprire la strada a metalli leggeri con migliori prestazioni. I ricercatori avevano già intuito la capacità delle nanoparticelle di aumentare la forza dei metalli, senza perdere in plasticità, ma finora non erano riusciti a disperdere quelle di ceramica presenti nei metalli fusi. Il nuovo metallo è costituito al 14% di nanoparticelle di carburo di silicio e all'86% di magnesio. I metalli usati per costruire edifici e veicoli sono quelli strutturali e quindi portanti. Il magnesio, che ha solo due terzi della densità dell'alluminio, è il metallo strutturale più leggero che esista. Il carburo di silicio è una ceramica ultradura usata comunemente nelle lame da taglio industriali. I ricercatori hanno inserito
nel magnesio un gran numero di particelle di carburo di silicio, più piccole di 100 nanometri, consentendo di avere un metallo molto resistente e duraturo e che rimane stabile anche alle alte temperature. Il nuovo metallo, secondo i ricercatori, non dovrebbe danneggiare l'ambiente.

FONTE: repubblica.it

Nessun commento: