domenica 20 marzo 2016

ExoMars, lanciata la sonda per Marte. L’Europa a caccia di tracce di vita aliena

ExoMars, lanciata la sonda per Marte. L’Europa a caccia di tracce di vita aliena
È l’inizio di un lungo viaggio che non è rappresentato solo dai chilometri che la sonda percorrerà” dice Roberto Battiston, presidente dell’Agenzia spaziale italiana (Asi). "È un'emozione intensissima vedere la fiammata e sentire il boato, mentre si sollevano 4000 chili di scienza e tecnologia italiana a bordo di questo meraviglioso razzo"

Un messaggero europeo spicca il volo verso Marte. Nel giorno del 137esimo compleanno di Albert Einstein, quando in Italia sono appena passate le 10:30 del mattino, i potenti motori del razzo russo Proton-M illuminano il nebbioso cielo del cosmodromo diBajkonur, nelle steppe del Kazakistan. E proiettano la sonda ExoMars (Exobiology on Mars) verso le stelle, permettendole di vincere l’abbraccio gravitazionale della Terra. Il lancio è stato salutato con un applauso da appassionati e curiosi riuniti in piazza del Popolo per seguire la diretta satellitare dell’evento, attraverso il maxischermo dell’installazione “L’Italia va su Marte”.
“Il momento del countdown è sempre un’emozione fortissima – commenta dalla piazza capitolina la moglie di uno dei tecnici italiani che da più di 30 anni con passione lavora nel settore aerospaziale -. Bastano, infatti, pochi secondi per vanificare il lavoro di anni”. “È affascinante”, aggiunge a caldo un passante incuriosito, al momento dell’accensione dei motori, nonostante in piazza lo schermo, con il sole proprio di fronte rendesse complicata l’osservazione. Entusiasmo ancora più grande al centro di controllo della missione, presso l’Aerospace logistics technology engineering company (Altec), a Torino. “Se tutto va bene, per la prima volta l’Europa non guarderà più Marte dall’alto, ma lo studierà dal terreno”, commentano gli esperti italiani dall’Altec. 
FONTE: ilfattoquotidiano.it

Nessun commento: