martedì 28 giugno 2016

Nominati 4 nuovi elementi chimici, uno è dedicato al Giappone

Il prof. Morita illustra dove si posizione il Nihonio nella Tavola periodica degli elementi (Ap)

È il Nihonio (Nh), gli altri sono il Moscovio (Mc), il Tennessinio (Ts) e l’Oganessio (Og). Si tratta di sostanze a vita brevissima prima subire il decadimento radioattivo

Si chiamano Nihonio (simbolo Nh), Moscovio (Mc), Tennessinio (Ts) e Oganessio (Og). Così sono stati ufficialmente battezzati i nuovi quattro elementi chimici scoperti alla fine dello scorso anno che vanno ad arricchire la Tavola periodica degli elementi inventata da Dmitri Mendeleev. Si tratta di elementi di rispettivo numero atomico 113, 115, 117 e 118 che «vivono» per tempi brevissimi prima subire il decadimento radioattivo.

Denominazione ufficiale 

I nomi sono stati accettati dall’Unione internazionale di chimica pura e applicata (Iupac) e proposti, come da tradizione, dagli scopritori degli elementi stessi a cui spetta l’onore di assegnare una denominazione ufficiale che poi apparirà su tutti i libri di chimica e fisica. Se nessuno ha niente da controbattere, i nomi saranno definitivamente assegnati il prossimo 8 novembre.

Nihonio

Per quanto riguarda i nomi, il più «interessante» è quello assegnato all’elemento 113. Nihonio, infatti deriva da Nihon che in giapponese significa «terra del sole nascente». È il simbolo che compare sulla bandiera del Giappone e dà origine al nome stesso della nazione. È un po’ come se fosse stato chiamato «giapponio». L’Nh-113 è stato scoperto dalla squadra di scienziati guidati dal professor Kosuke Morita operando collisioni tra ioni di zinco e bismuto. È inoltre il primo elemento chimico scoperto in un Paese asiatico. Il Nihonio è un metallo appartenente al gruppo 13 che nella Tavola di Mendeleev si posiziona sotto il tallio (numero atomico 81).

Moscovio

Il Moscovio assume il nome della regione dove ha sede l’Istituto unito di ricerche nucleari di Dubna (Russia) dove è stato scoperto l’elemento 115. Si tratta di una sostanza inserita nel gruppo 15 della Tavola periodica che si piazza sotto il bismuto (numero atomico 83).

Tennessinio

Dalla Russia agli Stati Uniti. Il Tennessinio è dedicato allo Stato del Tennessee, dove sorge il Laboratorio nazionale di Oak Ridge della Vanderbilt University, il cui gruppo ha scoperto l’elemento Ts-117 insieme ai ricercatori dell’Università del Tennessee di Knoxville. La sostanza viene inserita nel gruppo 17 della Tavola periodica sotto l’astato (numero atomico 85), un alogeno radioattivo molto raro.

Oganessio

Si ritorna in Russia con l’elemento Og-118. L’Oganessio è dedicato al professor Yuri Oganessian, 83 anni, studioso di elementi transuranici. La sostanza viene inserita nel gruppo 18 della Tavola periodica (quello dei gas nobili) sotto il radon (numero atomico 86).

FONTE: Paolo Virtuani (corriere.it)

Nessun commento: