martedì 18 ottobre 2016

Oncologi, in Manovra 500mln a nuovi farmaci, cambia lotta cancro

Le cellule T modificate con la Crispr per attaccare il cancro

Pinto (Aiom), così potremo dare risposte immediate a pazienti

Per la prima volta in Italia, con la nuova Legge di Bilancio, viene istituito un Fondo destinato ai farmaci innovativi per la cura dei tumori: ''Plaudiamo alla decisione del governo di destinare 500 mln di euro del Fondo Sanitario Nazionale all'acquisto di queste terapie che stanno cambiando la storia di molte neoplasie, garantendo ai pazienti la guarigione o sopravvivenze a lungo termine. E' un primo passo per il 'Patto contro il cancro'''. Lo afferma l'Associazione italiana di oncologia medica (Aiom), invitando il premier Renzi al Congresso nazionale che si svolgerà a Roma dal 28 ottobre.

''Si tratta di una scelta importante nella lotta contro i tumori, per dare risposte immediate e garantire l'acceso ai migliori trattamenti per i tutti nostri pazienti", afferma il presidente Aiom Carmine Pinto, il quale esprime "profonda soddisfazione per l'annuncio del Presidente del Consiglio non solo di aumentare con la prossima Legge di Bilancio lo stanziamento del Fondo Sanitario Nazionale da 111 a 113 mld di euro, ma di vincolarne una parte, 500 milioni, alle cure anticancro". Da tempo, sottolinea, ''l'Aiom sostiene con forza la necessità di individuare risorse dedicate per garantire a tutti i pazienti oncologici l'accesso alle molecole per cui è riconosciuto il carattere di 'innovatività'. Armi efficaci, come la chemioterapia più attiva e meglio tollerata, le terapie a bersaglio molecolare e ora l'innovazione nel campo dell'immuno-oncologia determinano un allungamento della sopravvivenza con una buona qualità di vita. Il governo Renzi ha compreso l'importanza della nostra iniziativa, che si inserisce in un progetto più ampio, decisivo per milioni di cittadini, il 'Patto contro il cancro'", ovvero "un'alleanza tra oncologi, governo e Istituzioni, capace di mobilitare risorse e di dare una risposta concreta alle richieste dei pazienti oncologici italiani, sul modello di programmi già lanciati negli Stati Uniti". Nel 2016, in Italia sono stimate oltre 365.000 nuove diagnosi di tumore: il 'Patto contro il cancro', conclude Pinto, ''costituirebbe in sanità pubblica la risposta politica alla sfida del secolo''. (ANSA).

 

Nessun commento: